Indietro

Scopri come entrare in polizia. Un percorso ambito da moltissimi giovani. Ci sono concorsi e selezioni da superare, ma non abbatterti, sicuramente puoi lavorare per avere i requisiti richiesti. Ti aiutiamo a comprendere quali sono e come far parte di un corpo di Stato tra i più amati dagli italiani.

Come fare il poliziotto

concorso per entrare in poliziaDa piccolo guardavi agli uomini e alle donne in divisa in preda allo stupore e al fascino. Dentro di te ti dicevi che un giorno avresti indossato anche tu quella divisa. Entrare nell’arma è il tuo sogno da sempre, ma adesso deve diventare realtà. Questo articolo vuole darti indicazioni utili per focalizzare precisamente quali sono i passi da fare per entrare nel corpo di Polizia. Diventerai poliziotto, finalmente.

Il primo grande scoglio da affrontare è il concorso. Chi supera il concorso da poliziotto deve frequentare un corso. Si segue più o meno lo stesso iter che si segue per entrare nell’arma e in altri corpi di Stato. Vale lo stesso anche per entrare nei gruppi sportivi della Polizia di Stato. Il concorso è il canale privilegiato, pressoché l’unico.

Per partecipare al concorso per entrare in polizia si deve inviare un’iscrizione, che dà diritto a far parte delle selezioni.Tali selezioni si svolgono generalmente in una tranche di tempo che va da luglio a settembre. Le iscrizioni possono giungere da civili o volontari VFP1, ossia i volontari in ferma prefissata di 1 anno, che accedono alle forze armate in modo volontario, in uno di questi corpi:

  • Esercito italiano
  • Marina militare
  • Aereonautica militare

Per diventare poliziotti non è necessario possedere il diploma, anche se recentemente si vocifera un riordino delle carriere, che da tanto tempo viene rinviato. Ma approfondiamo insieme quali sono i passaggi da effettuare per entrare nella polizia di stato, quali requisiti e prove attendono il futuro poliziotto.

Entrare nell’arma: cosa si fa?

Se vuoi diventare poliziotto conosci più o meno il mondo che si muove dietro il corpo di polizia, quali attività svolge e di cosa si occupa. Ma vediamolo insieme. Il ruolo di questo corpo delle Forze Armate è quello di preservare e mantenere l’ordine pubblico e il livello di sicurezza. Questo compito viene suddiviso da diversi settori della polizia, come:

  • Polizia marittima
  • Polizia stradale
  • Polizia ferroviaria
  • NOCS
  • Reparto mobile

Per entrare in uno di questi bisogna rispettare le regole di reclutamento. Come abbiamo già sottolineato precedentemente le norme vigenti potrebbero cambiare da un momento all’altro. Il governo in carica ha già dato comunicazione rispetto alla decisione di voler intervenire sul riordino delle carriere e di conseguenza sul reclutamento. Per entrare a far parte della polizia innanzitutto bisogna partecipare al fatidico concorso, che viene pubblicato regolarmente sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, come vuole la giurisprudenza.

I civili che possiedono determinati requisiti possono ambire a diventare direttamente commissari o ispettori, con un concorso appositamente indetto per queste figure.

Requisiti per diventare poliziotto

Negli anni precedenti era possibile partecipare al concorso solo ai volontari in forma prefissata per un anno. Solo loro potevano intraprendere una carriera nelle forze armate. Attualmente questo requisiti sono decaduti e anche i civilipossono avere accesso.

Questa novità è stata introdotto già dal 2014. Da quel momento i requisiti per diventare poliziotti sono diventati ancora meno stringenti. Ecco quali sono:

  • Cittadinanza italiana
  • Godimento dei diritti politici
  • Maggiore età, non aver superato trent’anni
  • Idoneità attitudinale, culturale, psichica e fisica al servizio di polizia
  • Titolo di studio di scuola media
  • Assenza di condanne

Cambiano leggermente i requisiti per diventare ispettori, una carica superiore e più importante. A cui si aggiungono:

  • Diploma di istruzione secondaria superiore
  • Età non superiore ai 32 anni

Per diventare commissari i requisiti sono i medesimi, ma si aggiunge il possesso di una laurea magistrale in una rosa di facoltà ritenute affini allo svolgimento del ruolo all’interno della polizia, come giurisprudenza, economia, scienze politiche.

Fino a qualche anno sussistevano anche dei requisiti di altezza, se non si avvicinavano agli standard richiesti non si poteva far parte dell’arma. Anche questa limitazione è ormai decaduta, grazie ad un intervento del Consiglio dei Ministri che ha ritenuto che tale preclusione non fosse più necessaria.

Le prove del concorso per poliziotti

Abbiamo già fatto emergere le differenze tra diventare ispettori, commissari o semplici agenti. Si tratta di ruoli diversi, per cui sono richiesti requisiti e anche prove diverse. I candidati a un concorso per diventare agenti di poliziadovranno rispondere ad un questionario, che verte su questi temi:

  • Domande di cultura generale
  • Domande di lingua straniera
  • Domande di informatica

Per ottenere l’ammissione è sufficiente una valutazione non inferiore a 6/10. Con il superamento di questa valutazione si ottiene il passaggio alla fase successiva: l’accertamento dei requisiti attitudinali, chi ottiene un buon punteggio viene nomato allievo agente di Polizia di Stato.

Dopo il concorso non si diventa direttamente poliziotti. Prima si deve frequentare e superare il corso di formazione, della durata di sei mesi. Oltre i quali sono previsti altri sei mesi come Agenti in Prova. Trascorso un anno è prevista la nomina ad agente effettivo di polizia e l’assegnazione ad un reparto.