Seleziona una pagina
Indietro

Sono in molti a chiedersi se si possa studiare e lavorare contemporaneamente. Abbiamo già parlato di come laurearsi lavorando, in questo articolo nel dettaglio vedremo se si può fare, come riuscirci in Italia e come Unicusano potrebbe fare al caso tuo se stai cercando di conseguire un titolo di laurea ma, come quasi la maggioranza di tutti noi, sei obbligato a lavorare full-time.

Studiare e lavorare insieme si può?

Ci sono dei momenti nella vita che ti impongono di fare una scelta. Ad esempio interrompere gli studi per essere economicamente indipendente. Poi ad un certo punto questa cosa sospesa bussa e tu vorresti riprendere a studiare, ma stai lavorando. Come conciliare queste due cose?

Oggi è possibile.

Resta il fatto che, qualunque sia la ragione per riprendere l’università, farlo attraverso le telematiche è un grande vantaggio. Grazie all’Università Niccolò Cusano, presente nella tua città, può riprendere gli studi e diventare quello o quella che hai sempre sognato di essere o che hai capito di voler diventare. Studiare da grandi è tutta un’altra cosa. I bisogni cambiano con il tempo e l’esperienza ti insegna a non perdere il tuo tempo.

Oggi può riprendere gli studi. Puoi studiare quando puoi e quando vuoi comodamente da casa, preparare tranquillamente un esame alla volta. Hai disposizione una sessione d’esame ogni 30/40 giorni nella tua città, e non solo in altre 40 città di Italia.

L’Università Niccolò Cusano offre un metodo didattico in e-learning che permette di poter studiare 24/24 h. Accedendo alla piattaforma si ha disposizione tutto il materiale necessario per studiare:

  • Video lezioni;
  • Dispense;

Questo metodo di apprendimento a distanza permette di potersi organizzare lo studio nei tempi e nei modi più adatti alla propria occupazione.

In America questo tipo di didattica è già una realtà consolidata.
Il Europa il mercato dell’e-learning è la metà di quello statunitense. Francia, Gran Bretagna e Spagna però se la cavano bene.

E l’Italia?

In Italia le università telematiche hanno conosciuto un vero e proprio boom dalla loro nascita avvenuta nel lontano 2006, sempre più studenti si rivolgono alle telematiche i discenti online costituiscono poco più del 2% dell’intera popolazione studentesca universitaria. Ma ancora rimangono molto dubbi.

Lavorare e Studiare con la telematica conviene?

Assolutamente si, vi è un enorme risparmio di tempo e di denaro (non nominiamo neppure l’eventualità inammissibile di comprare una laurea). Non dovrete affrontare gli spostamenti per recarvi a seguire lezioni, non dovrete fare lunghe attese per parlare con docenti e tutor, non dovrete aspettare ore per sostenere un esame, non dovrete comprare i libri per studiare. Non solo le rette delle telematiche sono molto competitive ma, a differenza delle colleghe tradizionali, ci sono inclusi anche tutti i i libri di testo e le dispense.

Per iniziare a studiare basterà un click.

Studiare con la telematica va bene anche per i giovanissimi?

Senza dubbio. I giovani alla loro prima esperienza universitaria non si troveranno soli e abbandonati a se stessi, avranno sempre a disposizione assistenti didattici che li seguiranno passo passo. Le materie possono essere approfondite, vedendo e ri-vedendo le videolezioni. Il vantaggio rispetto all’Università tradizionale è lampante.

Chi sono i nostri studenti?

Sono per lo più composti da studenti-lavoratori, persone magari già inserite in un determinato settore professionale e per questa ragione impossibilitate a garantire una frequenza assidua come potrebbe essere quella richiesta nelle università tradizionali. Si tratta perlopiù di professionisti che decidono di specializzarsi e conseguire il titolo a distanza.

E tu cosa stai aspettando?