Seleziona una pagina
Indietro

Qual è la situazione tipica in cui si trova uno studente fuori corso? Come terminare gli studi universitari?

La decisione di riprendere a studiare:

Quante volte ci siamo pentiti di non aver portato a termine gli studi universitari? Magari sostenendo quei pochi esami mancanti avremmo potuto raggiungere la tanto desiderata laurea. Oppure ci troviamo ogni anno a pagare le tasse universitarie come studente fuori corso e non riuscire a sostenere nemmeno un solo esame durante tutto l’anno accademico. Se si ha intenzione di iniziare a recuperare il tempo perduto per sostenere gli esami universitari non bisogna avere alcun timore a condizione che si abbia intenzione di orientarsi nuovamente allo studio e di organizzarsi in modo che si possa seguire in maniera efficace il percorso di esami da sostenere. Vediamo quindi come organizzare nel migliore dei modi il percorso da seguire per poter uscire dalla condizione di studente fuori corso.

Cosa si intende per studente fuori corso?

Molte persone hanno innanzitutto il dubbio su cosa significhi essere uno studente universitario fuori corso. Si tratta di un concetto molto semplice, ossia che non si è riusciti a rispettare la durata prevista dal corso di laurea che si sta seguendo: se ad esempio un corso di laurea in Ingegneria prevede che duri 3 anni, si esce fuori corso se si sostengono gli esami oltre tale termine. Per fare in modo di non uscire fuori corso, è necessario ovviamente che lo studente si impegni e che rispetti in modo preciso le scadenze previste dal proprio piano di studi. In ogni caso, per evitare di uscire fuori corso è necessario seguire anche alcuni utili consigli che permettono di migliorare l’efficacia del proprio studio.

Ecco 10 consigli che ci sentiamo di dare per uscire dalla condizione di studente fuori corso:

1) Evitare le distrazioni

Uno dei primi consigli da seguire è quello di evitare qualsiasi elemento che possa comportare distrazione in modo da avere la massima concentrazione durante il tempo che deve essere dedicato allo studio. Smartphone, notifiche dei social network, programmi alla televisione o alla radio devono essere completamente eliminati (o comunque ridotti in maniera drastica) in modo da non avere fonti di distrazione che non possano comportare una dedizione allo studio. Alta concentrazione sull’attività equivale a una performance maggiore e a risultati migliori.

2) Ritrovare nuove motivazioni

Subito dopo bisognerà essere certi di aver ritrovato le giuste motivazioni per poter affrontare nuovamente lo studio universitario. La mancanza di motivazione è probabilmente una delle principali cause di abbandono del corso di studi universitari. Il percorso è infatti spesso pieno di ostacoli e difficoltà che comportano che non si abbiano più a disposizione gli stimoli necessari per portare a termine il corso di laurea. Ritrovare la motivazione è un ulteriore elemento che permetterà di raggiungere il risultato tanto sperato.

3) Studiare ciò che piace

Altro consiglio molto utile per terminare gli studi è quello di orientarsi verso un corso di laurea all’interno del quale sono presenti delle materie che destano in noi interesse. Il principio da seguire è quello di terminare gli studi perché dobbiamo fare ciò che principalmente ci appassiona e ci interessa.

4) Orientarsi verso una facoltà telematica

Altrettanto importante è la scelta di un corso di laurea che possa essere svolto in modalità telematica. Se ci si trova fuori corso perché nel corso degli anni universitari si ha avuto la fortuna di trovare un posto di lavoro e non si ha più il tempo necessario per poter frequentare i corsi. In tali circostanze la scelta di un’università con corsi di laurea online può essere la mossa giusta in quanto buona parte delle lezioni possono essere seguite in qualsiasi momento della giornata semplicemente collegandosi al computer, avendo a disposizione anche un tutor per il supporto necessario. Gli esami poi andranno sostenuti direttamente presso la sede universitaria (esami unicusano) non appena ci si sentirà pronti.

5) Sfruttare appieno le moderne tecnologie

Strettamente collegato alla scelta di una facoltà telematica, è la necessità di munirsi di alcuni dispositivi che possono aiutare durante le lezioni come lettori mp3, Tablet o mini PC. Questo perché è possibile scaricare le lezioni in modalità telematica e poterle ascoltare durante tempi morti quale può essere, ad esempio, il tragitto casa lavoro.

6) Preparare un piano d’azione fattibile

Prendere coscienza del fatto di volersi laureare significa anche redigere un vero e proprio piano d’azione che permetterà di pianificare con precisione i momenti della giornata dove ci si dovrà dedicare esclusivamente allo studio. Solo in questo caso, sarà possibile portare a termine il proprio obiettivo e raggiungere la laurea.

7) Sfruttare i benefici concessi dalla normativa

Se si ha un contratto di lavoro, è importante sapere che la legge permette di usufruire di 150 ore retribuite da poter dedicare allo studio e alla preparazione di esami universitari. Quindi, bisogna chiedere al proprio datore di lavoro la possibilità di ottenere tali permessi e di sfruttarli, in modo da avere maggior tempo a disposizione per poter studiare.

8) Iscriversi a gruppi di lavoro online

I social network oggi sono una vera e propria miniera d’oro in quanto non solo permettono di stare a contatto con tante persone ma possono essere utilizzati anche come strumento di condivisione di notizie e informazioni. Per questo motivo è fondamentale inserirsi in un gruppo presente, ad esempio, su Facebook, per attingere a dispense, appunti o semplicemente consigli su come preparare un esame.

9) Saper rinunciare alle cose piacevoli

Fondamentale è anche avere la forza di volontà di saper rinunciare a qualcosa di piacevole che viene organizzato all’ultimo minuto, soprattutto se ci si è preparati per studiare.

10) Ottenere il giusto supporto

Infine, ultimo consiglio è quello di avere il supporto delle persone che ci sono vicine.