Seleziona una pagina

Quale Università scegliere?

La scelta dell’università è un passo fondamentale nella nostra vita che dovrebbe essere ben ponderato per evitare perdite di tempo, di denaro e, in generale, risultati negativi.

Ma come capire quale sia l’università che meglio risponde alle nostre esigenze? Quale università scegliere?

Innanzitutto è fondamentale determinare quali siano le proprie inclinazioni personali. Scegliere il corso di studi più adatto a noi è sicuramente la prima garanzia per raggiungere con successo la laurea. L’iscrizione a un corso verso il quale invece non abbiamo nessuna predisposizione porta spesso al fallimento e probabilmente all’abbandono degli studi. In fase di scelta, poi, si dovrebbe trovare il giusto equilibrio tra le proprie passioni, la reale situazione lavorativa con cui si dovrà fare i conti e una serie di altri importanti parametri di cui tener conto.

In questo articolo vedremo come scegliere l’università più giusta per noi in 7 semplici passi:

  1. definire i propri obiettivi
  2. analizzare il mondo del lavoro
  3. individuare il corso di laurea che più ci interessa
  4. verificare la procedura di ammissione al corso
  5. selezionare i servizi di job placement eventualmente offerti
  6. valutare la metodologia didattica più adatta ai nostri bisogni
  7. scegliere l’ateneo che più soddisfa le nostre esigenze

 
 

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SULL'UNIVERSITA'?

 

1. Definisci i tuoi obiettivi

Considera le tue reali competenze e rifletti sulle tue attitudini. Fare una cosa che ti piace te lo renderà molto più semplice. In questo possono esserti anche utili le iniziative e gli strumenti di orientamento che le università mettono ormai a disposizione degli studenti. Questi servizi sono inoltre preziosi poiché forniscono informazioni su stage, borse di studio ed inserimenti lavorativi post laurea.

2. Analizza il mondo del lavoro

Osservando il mondo del lavoro, analizza il settore lavorativo a te più affine verso il quale indirizzare i tuoi studi. Esamina quali siano gli indirizzi di studio e le figure professionali più richieste dal mercato del lavoro, cioè quelle su cui puntare. Approfondisci quali siano le reali opportunità lavorative che quel corso di studi può offrirti e considera anche le professioni che potranno essere più utili in futuro.

facoltà universitarie che offrono maggiori sbocchi lavorativi

La società è in continuo mutamento ed il mondo del lavoro matura sempre nuove esigenze, offrendo nuove opportunità lavorative.

3. Individua il corso di laurea che più ti interessa

Utilizza gli strumenti a tua disposizione per individuare il corso di laurea che fa per te. Puoi ottenere informazioni preziose sulle università da diversi canali: riviste, tv, radio, quotidiani, ma soprattutto da internet. Cerca le università che presentano nella loro offerta formativa il corso che ti interessa e visita i loro siti. Inoltre sul sito del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, potrai trovare molte informazioni e l’elenco completo delle università legalmente riconosciute tra cui le più recenti, ma ormai consolidate, università telematiche. Queste ultime, non obbligano alla frequenza fisica delle lezioni e facilitano così la possibilità di studio anche agli studenti lavoratori. Un modo nuovo di fare università che negli ultimi 10 anni ha rivoluzionato il mondo universitario e che oggi va preso in considerazione come possibile valida alternativa.

4. Verifica la procedura di ammissione al corso

Nella fase di scelta del tuo percorso universitario poniti sempre queste domande:
Quando ci si immatricola?
Generalmente le immatricolazioni sono aperte da metà luglio a fine settembre, tuttavia il periodo utile per immatricolarsi può variare sia a seconda del tipo di corso di laurea scelto, sia in base all’ateneo presso cui ci si vuole iscrivere. L’università telematica, ad esempio, non è soggetta a vincoli temporali. Le iscrizione sono sempre aperte, i corsi da seguire in presenza, hanno una costante ciclicità, mentre le video lezioni preregistrate sono da subito, e per tutta la durata del corso di studi, a tua disposizione.
C’è un test da superare?
Non sempre. Alcuni corsi di laurea prevedono il numero programmato, altri un semplice test di verifica delle conoscenze. Per ogni test, in ogni caso, è sempre necessario fare riferimento al bando di ateneo, dove sono indicate le procedure e gli eventuali contributi richiesti.
Gli atenei online, in genere, non adottano politiche di selezione in entrata anche se è bene sottolineare, però, che i corsi di laurea magistrale, anche quelli online a ingresso libero, prevedono, sempre, la verifica dei requisiti curriculari.
È possibile sostenere più test, ma tieni bene a mente che non è possibile immatricolarsi a più di un corso di studi. Ogni studente deve essere immatricolato a un solo corso e questo vale sia per le università canoniche che per quelle online. Se uno studente è già immatricolato può però decidere di modificare la sua scelta effettuando un passaggio di corso e quindi un trasferimento, o decidere di chiudere la propria carriera accademica richiedendo presso l’ufficio competente la rinuncia agli studi.

5. Seleziona i servizi di job placement eventualmente offerti

La laurea spesso non è l’obiettivo, ma il mezzo per raggiungere un impiego soddisfacente. Scegliere l’università in un’ottica futura è sicuramente una buona mossa, pertanto, conoscere i servizi post lauream offerti può essere parecchio utile in fase di valutazione. Uno dei servizi più utili in tal senso è quello di Job Placement.
Cos’è? A chi si rivolge?
Il servizio di Job Placement si occupa, principalmente, dell’inserimento dei laureati nel mercato del lavoro ed è rivolto sia ai neo-laureati, in termini di orientamento in uscita e quindi di aiuto concreto per l’avvio di una carriera professionale in tempi di ingresso possibilmente ridotti, sia alle imprese, in quanto crocevia domanda/offerta in grado di azzerare i costi di selezione del personale. Scegliere un’università in grado di promuovere un servizio simile vuol dire poter essere costantemente informati sulle opportunità di tirocinio e di lavoro che pervengono dalle imprese patner.

6. Valuta la metodologia didattica più adatta ai tuoi bisogni

Reperire pratiche didattiche che sappiano realmente rispondere in maniera efficace ai bisogni di tutte le tipologie di studenti, specie se lavoratori, è un’esigenza sempre più incalzante. Trasferte, continui cambi di residenza, e cali dell’attenzione dovuti a ritmi di lavoro accelerati sono spesso reale motivo di abbandono agli studi.

scegliere tra libri e computer

Le università tradizionali italiane, purtroppo, arrancano ancora in questo senso, in quanto risultano essere poco “flessibili” in termini di orari e spazi. Di contro, le università telematiche risultano in quest’ottica parecchio lungimiranti. Decidere di studiare online vuol dire, infatti, scegliere in piena autonomia quando e dove studiare senza rinunciare alla qualità dell’istruzione.

7.Scegliere l’università che più soddisfa le tue esigenze

Se il corso di laurea che ti interessa è offerto da più università, ti suggeriamo di stilare un elenco di vantaggi (benefici) e svantaggi (costi monetari e non monetari) per individuare quale ateneo offre il corso di laurea che soddisfa al meglio le tue esigenze.
VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SULL'UNIVERSITA'?

 

Proponiamo di seguito l’esempio di una possibile lista di 6 punti sulla base della quale valutare e decidere quale università scegliere:

Servizi offerti: quali sono i servizi offerti dall’università in termini di assistenza sia didattica che di supporto nell’assistenza burocratica. Questo aspetto può fare la differenza, soprattutto se garantito non solo nelle fasi iniziali di iscrizione, ma anche in quelle successive e fino al raggiungimento della laurea, per la risoluzione di problematiche che si possono incontrare durante il percorso di studi.

Aule, mensa, spazi studio, altre attività: talvolta trascurati nella fase iniziale di scelta, ma la presenza di questi fattori può sensibilmente migliorare il percorso di studi alleggerendo lo studente da pensieri non strettamente legati allo studio e al profitto.

Qualità della docenza (CV docenti): intuitivo pensare che la qualità del corpo docente è fondamentale in termini di apprendimento e preparazione degli studenti. Spesso si dimentica che le competenze (teoriche e pratiche) acquisite sui banchi di scuola diventeranno gli strumenti della professione che lo studente deciderà di svolgere: preparazione e professionalità, due facce della stessa medaglia!

Attività di ricerca e laboratori: la presenza di queste attività è garanzia di qualità della proposta formativa dell’ateneo e del suo corpo docenti. Significa che gli insegnamenti non sono affidati a professori in continuo turnover con forme contrattuali di dubbia serietà e che l’università investe in ricerca e trattiene docenti preparati.

Costi:
Cominciamo col dire che una retta universitaria se non è omnicomprensiva, necessita di ulteriori specifiche rispetto a quali costi non comprende e con quale tempistica e modalità vanno sostenute queste spese. Alcuni atenei non dichiarano tutti i costi in sede di iscrizione, e lo studente può incorrere in brutte sorprese. Per questa ragione il nostro consiglio è quello di chiedere da subito quali e quanti servizi comprende la retta annua universitaria. Da non sottovalutare poi i “costi non monetari”, ovvero voci che non corrispondono ad un esborso monetario, ma che comunque comportano costi in termini di tempo ed eventuali disagi.

Vediamoli brevemente:

– Organizzazione e reperibilità del materiale didattico: in un percorso tradizionale lo studente deve pensare non solo all’acquisto dei testi, ma anche al materiale didattico integrativo, come per esempio le “dispense” delle lezioni tenute in aula, reperirle, fotocopiarle e organizzarle in base ad un ordine cronologico (delle lezioni) e dei contenuti;
– Assistenza didattica e burocratica: costano e non poco le lezioni di studenti, magari anch’essi universitari, che offrono la loro assistenza di supporto allo studio; per quanto concerne l’assistenza burocratica, sono ormai note e leggendarie le code presso le segreterie non solo per perfezionare l’iscrizione, ma anche per il disbrigo di pratiche nelle fasi successive a quella dell’immatricolazione;
– Fuori corso: iscriversi agli anni successivi a quello previsto per il termine del corso di laurea, comporta non solo il pagamento della retta per un ulteriore anno accademico, ma anche una penale fino al 50% in più dell’importo dovuto.

Sulla base di quanto visto fino a qui, possiamo sicuramente affermare che le università telematiche, grazie alle peculiarità legate alla modalità di apprendimento e-learning, sono quelle che tendenzialmente soddisfano in larga parte i criteri che abbiamo selezionato, per decidere quale università scegliere.

Tra le università telematiche attualmente riconosciute, segnaliamo l’Università degli Studi Niccolò Cusano tra quelle che soddisfano il maggior numero dei criteri appena presi in considerazione.

Vediamo perché:

Assistenza dedicata per ciascuna materia del piano di studi e supporto nell’espletamento delle pratiche burocratiche, grazie alla presenza di consulenti presso i 70 poli dislocati su tutto il territorio nazionale
Campus sito a Roma, a pochi minuti dal centro (facilmente raggiungibile con mezzi pubblici), ospita gli studenti, anche non residenti, offrendo una moderna struttura (palestra, mensa, aree di studio) per chi desidera preparare gli esami, conoscere altri studenti o frequentare le lezioni in presenza
Corpo docente: scelto e con un basso turnover, per garantire certezza e qualità dell’insegnamento
Organizzazione della didattica: reperibilità del materiale didattico 24 ore su 24! Possibilità di sostenere fino a 10 appelli d’esame per anno accademico
Investimento in ricerca: punto di eccellenza dell’ateneo romano
Nessun obbligo di frequenza e nessun test ostativo all’ingresso
Rette annue chiare e comprensive di tutti i servizi, e dei materiali didattici:

3.000 € per la metodologia telematica pura che comprende tutto quanto sopra visto
3.300 € per la metodologia telematica integrata, che comprende tutto quanto sopra e in più un maggior numero di ore ricevimento docenti e lo storico delle lezioni in presenza;
3.600 € per la metodologia Blended per chi risiede a Roma e desidera frequentare le lezioni in presenza

Servizi di Job&Placement per facilitare e velocizzare l’ingresso nel mondo del lavoro

L’empatia di Unicusano nei confronti degli studenti è caratterizzata dalla fruizione di un metodo “intelligente”. Offrire ai propri studenti una piramide didattica efficiente, contornata da un esaustivo servizio di orientamento e da un repentino servizio di tutoraggio vuol dire riuscire a individuare le esigenze del discente e distribuire le attività di studio in modo ragionato al fine di agevolare e velocizzare il processo di apprendimento di quest’ultimo.

Se anche tu sei alla ricerca di quale università frequentare, e desideri orientarti nel panorama italiano dell’offerta formativa universitaria, chiamaci per una consulenza gratuita e studieremo insieme una soluzione ottimale per soddisfare le tue aspettative e aiutarti a realizzare le tue ambizioni.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SULL'UNIVERSITA'?