Cosa sono e cosa significano le Classi di Laurea?

Prima del D.M. 3 novembre 1999. n. 509, il numero di corsi di laurea, il loro nome e, in parte, i piani di studio erano fissati per legge: erano uguali per tutti. Ad esempio, era prevista una sola Laurea in Lettere, uguale in tutta Italia. Ora, invece, i decreti fissano solo le classi di laurea: il loro numero, i loro nomi, alcuni vincoli. Ogni università sceglie poi il piano di studi, gli obiettivi e il nome. Tutte le lauree che appartengono ad una classe hanno lo stesso valore legale; quindi, in futuro, i bandi dei concorsi pubblici dovranno fare riferimento alle classi e non alle lauree.

Le Classi di Laurea di primo livello sono contrassegnate dalla lettera “L”, per esempio, L-10 Lettere, L-7 Ingegneria civile, ecc.
Invece, per quelle magistrali (e a ciclo unico) viene utilizzata la sigla “LM”, per esempio, LM-51 Psicologia, LM-56 Economia ecc.
All’interno della stessa Classe di Laurea quindi ritroviamo percorsi che presentano materie condivise mentre si differenziano in altre a seconda del diverso indirizzo del Corso di Laurea.